Skip to main content
Dionaea muscipula

Fotocamere carnivore



All’attacco con una fotocamera. Pardon, con un cellulare intelligente. Con uno smartphone. I ragazzi devono interrompere la partita a clash royale e usare il loro dispositivo in maniera creativa.
L’obbiettivo che si apre è una bocca spalancata. Questa è la prima metafora. Addenta, inghiotte, digerisce. Questa è la seconda metafora. La memoria della schedina SD cresce. L’apparecchio elettronico può recuperare i fatti visti nel passato. La fotocamera è un osservatore che conosce quanto è accaduto intorno a lei. Questa è la terza metafora.
Eppure, solamente la persona che regge la fotocamera o lo smartphone può imparare. Registrare come un nastro magnetico e poi saltare come un grillo da uno stelo all’altro. Queste sono due similitudini.
Solamente gli studenti possono immaginare ponti sospesi tra le sponde di un canyon. Solamente gli studenti possono unire due villaggi che non si erano mai incontrati.
A scuola addentano il mondo con strumenti sempre nuovi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *